ITA : Oggi ho deciso che voglio toccare il cielo con un  dito, ho voglia di provare un’esperienza nuova e adrenalinica mai fatta prima, la Skyway Monte Bianco, ovvero la funivia più alta d’Europa. Quindi… organizziamo innanzi tutto la logistica… partenza da Concorrezzo con i soci del trekking ore 6.00… Sveglia ore 4.00 del mattino!!! Tanto so benissimo che la montagna le vale tutte le sveglia all’alba, lo spettacolo che è in grado di regalare emoziona e rimane nel cuore per sempre. Quindi alle 9.00 circa siamo già a Courmayeur un pò assonnati ma tutti pronti e carichi per iniziare la nostra avventura. Il gruppo è variegato, composto da sciatori, ciaspolatori e persino qualche temerario che dopo la Skyway affronterà la discesa da sci alpinista con la guida. L’itinerario che scelgo è appunto la Skyway salita e discesa con successiva passeggiata nella vicina Val Ferret, altra perla di Courmayeur.

Skyway Monte Bianco: unique and unforgettable experience

ENG : Today I decided that I want to touch the sky with a finger, I want to try a new and adrenaline-filled experience never done before. The Mont Blanc Skyway, the highest cableway in Europe. So… first of all we organize the logistics… departure from Concorrezzo with the hiking partners at 6.00… wake up at 4.00 in the morning !!! I know very well that the mountain is worth all the alarm clocks at dawn, the show that it is able to give excites and remains in the heart forever. So at about 9.00 we are in Courmayeur yet, a little sleepy but everybody ready and full of energy to start our adventure. The group is varied, consisting of skiers, snowshoers and even some daredevils who after the Skyway will face the downhill ski tour with the guide. The itinerary I choose is the Skyway with a subsequent walk in the nearby Val Ferret, another pearl of Courmayeur.

Attrezzati per la neve!

Skyway Monte Bianco: informazioni tecniche

ITA : La Skyway Monte Bianco è stata inaugurata nel 2015 per sostituire la vecchia funivia realizzata tra il 1948 ed il 1958, arrivata ormai alla fine della sua “vita” tecnica. Dal momento che il panorama sul Monte Bianco e sulle vette circostanti è considerato la “nona meraviglia del mondo” la funivia è stata progettata in modo che i passeggeri possano godersi lo spettacolo a 360° senza perdersi nulla, infatti la sua particolarità è quella di girare su se stessa. La Skyway è composta da 3 stazioni: Courmayeur/The Valley a 1.300 mt., ovvero la partenza, Pavillon/The Mountain una tappa intermedia a 2.173 mt. ed infine Punta Helbronner/The Sky ovvero la tappa finale, il punto più alto a 3.466 metri di altezza. Anche l’architettura è stata studiata ad hoc: le strutture in ferro sono completate da ampie vetrate che permettono ai visitatori di vedere il panorama circostante, in questo modo gli edifici si integrano perfettamente con la natura e l’impatto ambientale è praticamente nullo.

Skyway Monte Bianco: technical information

ENG : The Skyway Monte Bianco was inaugurated in 2015 to replace the old cableway built between 1948 and 1958, which has now reached the end of its technical “life”. Since the panorama of Mont Blanc and the surrounding peaks is considered the “ninth wonder of the world” the cable car has been designed so that passengers can enjoy the show at 360 ° without missing anything, in fact its peculiarity is to turn on itself. The Skyway is made up of 3 stations: Courmayeur / The Valley at 1.300 meters, the departure, Pavillon / The Mountain, an intermediate stop at 2.173 meters and finally Punta Helbronner / The Sky, the final stage, the highest point at 3.466 meters high. Even the architecture has been studied ad hoc: the iron structures are completed by large windows that allow visitors to see the surrounding landscape, in this way the buildings are perfectly integrated with nature and the environmental impact is practically zero.

Stazione Courmayeur The Valley


In salita...verso Punta Helbronner

Skyway experience: una salita mozzafiato

ITA : Il panorama che si può ammirare dalla Skyway è qualcosa di inimmaginabile, una finestra sulle Alpi, alte vette innevate, cime montuose, montagne e montagne ovunque, basta sgranare gli occhi e tutto diventa magia. La funivia sale velocemente ma, come dicevo, grazie al suo moto rotatorio permette una visuale a 360°. Noi la facciamo tutta d’un fiato, non vediamo l’ora di arrivare a Punta Helbronner per poter godere della vista fantastica. La struttura di Punta Helbronner/The sky è molto bella anche internamente, le grandi vetrate permettono di ammirare il panorama e di realizzare foto fantastiche di grande impatto visivo. Per chi volesse fermarsi per una pausa sono a disposizione bar e ristorante e persino una sala cinema. Noi siamo letteralmente rapiti dalle Alpi e dopo aver scattato una miriade di foto, ci soffermiamo ad osservare dei grandi quarzi in esposizione custoditi in teche di vetro.

Skyway experience: a breathtaking climb

ENG : The panorama that can be admired from the Skyway is something unimaginable, a window on the Alps. High snowy peaks, mountain peaks, mountains and mountains everywhere, just open your eyes and everything becomes magic. The cable car goes up quickly but, as I said, thanks to its rotary motion it allows a 360 ° view. We do it in one breath, we can’t wait to get to Punta Helbronner to enjoy the fantastic view. The structure of Punta Helbronner / The sky is very beautiful internally, the large windows allow to admire the panorama and to create fantastic photos with a great visual impact. For those that wish to stop for a break there is a bar and a restaurant and even a cinema room. We are literally kidnapped by the Alps and after taking a myriad of photos, we stop to observe the large quartz on display kept in glass cases.

Panorama da Stazione Pavillion the Mountain


Stazione Pavillion The Mountain

Il terrazzo panoramico della stazione Pavillon The Mountain

ITA : Dopo esserci divertiti con i nostri scatti all’interno della struttura, decidiamo di uscire e salire sulla terrazza panoramica per ammirare le cime circostanti dal vivo, non più attraverso un vetro. Inutile dirlo, lo spettacolo è davvero incantevole, quasi potessimo allungare una mano e toccare le cime con un dito. Quassù non manca davvero nulla, una continua escalation di vette. Da un lato abbiamo il Monte Bianco e il Dente del Gigante, la cresta di Peuterey e l’himalayano circo glaciale della Brenva. Dall’altra osserviamo les Aiguilles de Chamonix, i Drus, l’Aiguille verte, les Grandes Jorasses, e più in lontananza è possibile scorgere il Cervino, il Monte Rosa e il Gran Paradiso. Splendida anche la veduta sulla Val Veny e sul ghiacciaio del Miage. E’ davvero difficile andarsene… Rimaniamo il più possibile e ovviamente cerchiamo di scattare il maggior numero di foto così che il ricordo di questo luogo meraviglioso rimanga impresso per sempre nella nostra memoria.

The panoramic terrace of Pavillon The Mountain station

ENG : After having fun with our shots inside the structure, we decide to go up on the panoramic terrace to admire the surrounding peaks live, no longer through a glass. Needless to say, the view is truly enchanting, as if we could reach out a hand and touch the tops with a finger. Really, nothing is missing up here, a continuous escalation of peaks. On one side we have the Monte Bianco and the Dente del Gigante, the Peuterey ridge and the Himalayan Brenva glacial circus. On the other side we observe the Aiguilles de Chamonix, the Drus, the Aiguille verte, the Grandes Jorasses, and further in distance you can see the Matterhorn, the Monte Rosa and the Gran Paradiso. The view over the Val Veny and the Miage glacier is also splendid. It is really difficult to leave… We stay as long as possible and obviously we try to take as many photos as we can so that the souvenir of this wonderful place will remain forever imprinted in our memory.

Attrezzati per la neve!

Vista sull'Aguille Noire de Peuterey e su Les Dames Anglaises


Veduta su la Vallée Blanche


Il massiccio del Monte Bianco


Il Dente del Gigante

Val Ferret, tra neve e cielo

ITA : Lasciamo Punta Helbronner e scendiamo a Courmayeur per andare alla scoperta della Val Ferret, dove è possibile fare lunghe passeggiate e raggiungere diversi rifugi. Per raggiungerla è a disposizione dei turisti un bus navetta che da Courmayeur porta direttamente all’imbocco della valle. E’ possibile fare un biglietto giornaliero al costo di 3,50 €. La Val Ferret ricoperta dal manto nevoso è davvero spettacolare: si fa strada tra le vette che la circondano e si presta a lunghe e rilassanti passeggiate. Senza nemmeno stare a pensarci ci incamminiamo: è una bella giornata di sole, la temperatura è più che gradevole e noi abbiamo ancora voglia di ammirare paesaggi da cartolina. L’obiettivo sarebbe raggiungere il Rifugio Bonatti ma, per questioni di tempo, siamo costretti a rientrare prima. Ma non importa, anche la Val Ferret ci ha dato ancora una volta l’opportunità di ammirare paesaggi alpini incontaminati tra neve e cielo, che non dimenticheremo certo facilmente.

Val Ferret, between sky and snow

ENG : We leave Punta Helbronner to come back to Courmayeur, we won’t miss the Val Ferret. Here it is possible to take long walks and visit several lodges. To reach it, a shuttle bus is available to tourists: from Courmayeur it takes directly to the entrance of the valley. It is possible to make a day ticket for € 3.50. The Val Ferret covered by the snow is truly spectacular: it makes its way through the peaks that surround it and lends itself to long and relaxing walks. Without even thinking about it we walk: it is a beautiful sunny day, the temperature is more than pleasant and we are still admiring postcard landscapes. The goal would be to reach the Bonatti hut but, for reasons of time, we are forced to return earlier. But it doesn’t matter, then Val Ferret gave us once again the opportunity to admire pristine alpine landscapes between snow and sky, which we will not certainly forget easily.

Il panorama della Val Ferret


Scorcio del Torrente Dora di Ferret


Scorcio della Val Ferret

Attrezzati per la neve!