ITA : Scommetto che molti di voi, in quei di Lecco, conoscono il Monte Resegone, raggiungibile grazie ad una miriade di sentieri. Voglio proporvi oggi una variante, molto carina in invernale, con neve, e altamente panoramica. Raccomando di farla con la neve, anzi, con neve fresca ancor meglio, perchè è quella che conferisce al paesaggio un’atmosfera ancor più incantata. Così ci organizziamo e decidiamo di salire al Monte Resegone con partenza dalla Forcella di Olino, ma poi improvvisamente decidiamo di cambiare percorso per uno più semplice ma non meno bello. Ecco qui che nasce la nostra “traversata” da Forcella di Olino a Morterone.

ENG : I bet that many of you, in the ones of Lecco, know Monte Resegone, reachable thanks to countless trekking trails. Today I want to suggest a variation, highly panoramic and very nice in winter season because of the snow. I recommend doing it with the snow… With fresh snow even better, because it gives the landscape a more enchanted atmosphere. So we organize ourselves and decide to go up to Monte Resegone, departing from Forcella di Olino. But then, suddenly, we decide to change the path for a simpler but not less beautiful one. Here comes our “journey” from Forcella di Olino to Morterone.

An unexpected itinerary

ITA : A volte è bello partire con un itinerario nella testa ed invertire poi la rotta per intraprenderne un ‘altro… E’ proprio quello che abbiamo deciso di fare noi quel sabato mattina di gennaio. Perchè dirigerci verso il Rifugio Azzoni che già conosciamo bene quando abbiamo la possibilità di scoprire ed intraprendere un nuovo percorso che non abbiamo mai fatto? Parcheggiamo la macchina alla Forcella di Olino (i posti auto a disposizione non sono molti, c’è un piccolo parcheggio subito dopo la galleria) e, presa l’adeguata attrezzatura per fronteggiare la neve, ci mettiamo in marcia. Il sentiero sale a destra prima della galleria, trovate le indicazioni; dopo circa una mezzoretta di cammino troviamo un bivio, salendo a destra si prosegue verso il Rifugio Azzoni, mentre a sinistra un cartello indica la direzione “Morterone”. E’ qui che decidiamo di cambiare strada e scegliere la seconda opzione, vediamo dove ci porterà l’itinerario prescelto.

ENG : Sometimes it’s nice to start with an itinerary in the head and then reverse the course to take another one… It is exactly what we decided to do that Saturday morning in January. Why go to the Azzoni lodge that we already know when we have the opportunity to discover and take a new trail that we have never done? We park the car at Forcella di Olino (there are not many parking places available, there is a small parking lot immediately after the tunnel) and, taken the appropriate equipment to deal with the snow, we hit the road. The trail climbs to the right before the tunnel, you will find the indications. After about half an hour of walking, we find a crossroads, going up to the right we continue towards the Azzoni Refuge, while on the left a sign indicates the direction “Morterone”. It is here that we decide to change direction and choose the second option, let’s see where the selected itinerary will take us.

Verso Morterone

From Forcella di Olino to Morterone: a relaxing walk for children and adults

ITA : Il sentiero è molto semplice, lungo il percorso non sono presenti difficoltà tecniche. Per circa 40 minuti si cammina nel bosco, dopodichè il paesaggio si apre così da farci ammirare le cime innevate della Valsassina e della Bergamasca. Proseguiamo poi in cresta (ma nulla di esposto) dove possiamo ammirare il paesaggio a  360°, le montagne ci circondano. E’ tutto un alternarsi di lievi pendii e salite, dove la natura ci regala uno spettacolo incredibile e la bella giornata di sole e vento con qualche nuvola qua e là fà il resto. Stiamo camminando da più di un’ora e mezza e dal momento che non ci siamo prefissati una meta ben definita decidiamo di fermarci nei pressi dell’Agriturismo Costa del Palio, dove troviamo un grande tavolo di legno da pic nic con delle panche. La vista circostante ci piace, la nostra colazione al sacco la consumiamo qui.

ENG : The path is very simple, there are no difficulties along the way. For about 40 minutes you walk into the woods, after that the landscape opens up so that we can admire the snowy peaks of Valsassina and Bergamo. We then continue on the ridge (which is not exposed) where we can admire a 360° panoramic view, mountains all around. It is all an alternation of slight slopes and climbs, where nature gives us an amazing sight. A beautiful sunny and windy day with clouds here and there does the rest. We have been walking for over an hour and a half and since we have not set ourselves a well-defined destination we decide to stop near the Costa del Palio farmhouse, where we find a large wooden picnic table with benches. We like the surrounding view so we decide to picnic here.

Scorcio sulla vallata

Morterone: many itineraries to discover

ITA : Oggi andiamo proprio alla scoperta di nuovi percorsi, come mostrano i cartelli indicatori i sentieri che si snodano da qui sono molteplici e dobbiamo assolutamente tornare per fare altre passeggiate. Per esempio proseguendo, avremmo raggiunto l’Agriturismo Costa del Palio (consiglio di informarvi riguardo periodo e giorni di apertura) dove sarebbe stato possibile pranzare. Curiosando sul web scopro inoltre che Morterone vanta la presenza di un  Museo all’aperto di Arte Contemporanea: ma chi avrebbe mai pensato che il comune più piccolo d’Italia avesse anche un museo a cielo aperto? Metto in lista anche questo, così avrò la possibilità di ammirare opere di scultori italiani ed europei perfettamente integrate con il paesaggio circostante. Anche altri percorsi mi attraggono, quindi Morterone non è soltanto salita verso il Resegone ma ha davvero molto altro da offrire, tenetelo presente anche voi.

ENG : Today we are going to discover new itineraries, as the signs show, the paths that wind from here are endless and we must absolutely go back for other walks. For example, continuing, we would have reached the Agriturismo Costa del Palio (I recommend you to inform about period and opening days) where it would have been possible to have lunch. Browsing the web, I also discover that Morterone boasts the presence of an open-air museum of contemporary art. Who would have thought that the smallest town in Italy had also an open-air museum? I put this on the list too, so I will have the opportunity to admire works by Italian and European sculptors perfectly integrated with the surrounding landscape. Other routes attract me, so Morterone is not only climb to Monte Resegone but has more to offer, keep that in mind too.

Paesaggio innevato